Overwatch riceve il supporto Nvidia Reflex per ridurre la latenza

Overwatch ha ricevuto, sabato scorso (13), un aggiornamento che abilita Nvidia Reflex. La tecnologia promette di ridurre la latenza dei giochi competitivi fino al 50%, ed è disponibile sulle schede grafiche Nvidia delle serie GTX e RTX. Per ora, l’aggiornamento si trova nell’area di test pubblici (RTP) e non ha ancora una data per raggiungere i server ufficiali.

Nvidia Reflex è una tecnologia che migliora la comunicazione tra video card e giochi competitivi. Secondo il produttore, questa ottimizzazione riduce il tempo di risposta tra i comandi eseguiti sulle periferiche e l’immagine generata sul monitor. Con questo, i giocatori possono reagire rapidamente ai nemici, guadagnando vantaggio in termini di tempo negli scontri.

Vale la pena ricordare che la riduzione della latenza non sarà la stessa in tutti i giochi. Nvidia Reflex dipende non solo dall’hardware del PC, ma anche dall’ottimizzazione dei giochi da parte degli sviluppatori. Nel caso di Overwatch, l’azienda segnala che la latenza può essere ridotta fino al 50%. Su un GTX 1660 Super, ad esempio, il ritardo diminuisce da 63 a 31 millisecondi.

Per attivare Nvidia Reflex basta avere una serie di schede video GTX 900 o superiore e aggiornare driver GeForce Game Ready all’ultima versione. Quindi, inserisci il server di test Overwatch e attiva la funzione nelle impostazioni di visualizzazione del gioco.

Latenza hardware e ping
Nvidia Reflex migliora solo il tempo di risposta tra i componenti del PC, non il ritardo di Internet. Pertanto, è necessario conoscere la differenza tra latenza hardware e di rete.

La latenza hardware è il ritardo che un’azione eseguita sul mouse o sulla tastiera richiede per essere eseguita dal gioco. In questo caso, il tempo di risposta dipenderà solo dalla comunicazione tra il gioco e l’hardware del computer. Questa comunicazione può essere ottimizzata da Nvidia Reflex.

La latenza di rete, detta anche ping, considera la qualità della connessione Internet dell’utente e la distanza fisica tra il computer e i server di gioco. Un ping elevato si traduce in un ritardo, facendo sì che i colpi non causino danni, anche dopo aver colpito i nemici, per esempio.