Hacker invade il CD Rosso Projekt di Cyberpunk 2077 e minaccia di trapelare i dati

CD Projekt Red, produttore di Cyberpunk 2077, ora ha un altro problema da affrontare: i suoi server sono stati hackerati. L’hack è stato confermato dalla società, sul suo Twitter ufficiale, che ha anche rivelato che non soddisfa le richieste dell’hacker, ma che prenderà un’azione legale sul caso.

Nella sua pubblicazione, CD Projekt Red ha anche pubblicato il “blocco note” che è stato lasciato dall’hacker. Nel messaggio, l’aggressore afferma di aver rubato i codici da Cyberpunk 2077, The Witcher 3, Gwent e una versione inedita di The Witcher 3.

Le informazioni sul furto di codici non sono state confermate da CD Projekt Red, ma la società ha dichiarato che, sì, alcune informazioni sono state raccolte dai loro server e, decidendo di non soddisfare la richiesta dell’hacker, sa che queste informazioni sensibili possono essere rese pubbliche.

Misure giuridiche
CD Projekt Red non ha identificato l’aggressore, ma ha già attivato le autorità locali appropriate per gestire il caso. Da quel momento in poi si svolgerà un’indagine per cercare di identificare l’aggressore, o gli aggressori, e ristabilire la sicurezza.

La società afferma anche che sta ripristinando i backup da tutti i suoi server e che la situazione è sotto controllo. L’aggressore ha concesso un termine di 48 ore per essere presente, ma, poiché verrà ignorato, resta da vedere se verranno rivelati o meno dettagli riservati.