Grandi momenti nel gioco per PC: il boss del primo server uccide all’inizio di World of Warcraft

Grandi momenti nel gioco per PC sono feste morso-dimensioni di alcuni dei nostri ricordi di gioco preferiti.

Mondo di Warcraft

(Credito immagine: Blizzard)

Anno: 2004
Sviluppatore: Blizzard

È buffo quello che la tua mente sceglie di ricordare. Ricordo a malapena una cosa su quello su cui stavo lavorando per il mio dottorato di ricerca presto abbandonato nei primi mesi del 2005, ma ricordo la notte del 25 marzo come se fosse ieri. Rannicchiato sul fianco di una montagna nella Cicatrice tainted di World of Warcraft, la mia gilda ha sfoggiato il boss del mondo di mia generazione Lord Kazzak per la prima volta sul server Alleria mentre molti dei giocatori del server guardavano in sconforto di svenimento. Ubriaco in quella vittoria, quella stessa notte ci avventurammo nella tana del drago Onyxia e la uccisero per la prima volta. Eravamo risorti, e quella notte ci siamo resi conto che eravamo fantastici. La serata ha dato il via a una lunga tradizione di segnare la maggior parte delle uccisioni di server-first di Alleria che si estendevano per un paio di anni, e nel tempo quello slancio ci avrebbe messo una manciata di primati mondiali pure.

Nessun altro gioco o gruppo mi ha dato quel tipo di soddisfazione. Server-primo boss uccide ancora accadere nel contenuto fresco di WoW, naturalmente, ma allora si erano quasi sempre andando in cieco. Le guide strategiche e le wiki di solito non esistevano, quindi la vittoria richiedeva una combinazione erculea di coordinazione, dedizione e creatività. La sperimentazione che ne risultenne ha occasionalmente portato ad alcuni momenti comici, come quando il mio leader della gilda ha capito che forse Blizzard voleva che noi portassimo il signore del fuoco Ragnaros a un cacciatore. Non è finita così bene. Anche così, siamo stati orgogliosi dei nostri fallimenti perché il fallimento ci ha costretto a riflettere di più. (Adatto, il nome del capo della mia gilda era Failure.)

Le informazioni sulla meccanica dei boss sono molto più facilmente disponibili in questi giorni, e quindi uccidere un boss si basa più sulla padronanza di una strategia conosciuta e prevista piuttosto che sull’esplorazione di approcci creativi. È un po’ come imparare un ballo. WoW moderno ha anche una guida che dettaglia tutte le abilità di un boss costruito a destra nell’interfaccia stessa. Allora, anche se una gilda non era in prima linea nel progresso come noi, custodivano le loro strategie da vicino.

E ‘stato bello, essendo all’avanguardia di tutto questo. Devo ancora trovare un altro gruppo che ha lavorato insieme così come Risen ha fatto. Ha aiutato a giustificare il registro quasi tutte le sere quando altre persone stavano guardando la TV, vedendo amici della vita reale o, erem, incontri. Ha reso più facile credere che le persone elencassero l’appartenenza alla loro gilda WoW nei curriculum come prova della loro capacità di lavorare con o guidare un team. E sì, a volte sembrava un lavoro, ma il lavoro che a volte ha prodotto più soddisfazione della mia carriera. In quell’epoca prima dei trasferimenti di server, tutti su Alleria sapevano chi eravamo, e anche alcuni giocatori oltre.

Aveva i suoi inconvenienti? Oh, certo. Il nostro impegno a sfidare il maggior numero possibile di server primati significava che altre gilde non hanno mai avuto la possibilità di fare lo stesso, in particolare con boss open-world come Kazzak. Quando i Draghi dell’Incubo sono scesi nell’ottobre del 2005, abbiamo impedito ad altri gruppi di ucciderli per mesi,fino a chiamarsi a le 3.00 del mattino quando uno aveva generato. Dovevano portare a tutti la loro attrezzatura per la resistenza alla natura per Ahn’Qiraj, sai? Alcune persone ci odiavano per questo. Ok, forse un bel po’.

Si è verificato un problema sconosciuto. Internet è maturato, le strategie vanno in diretta quando i contenuti sono ancora in versione beta, e YouTube e lo streaming buttare qualsiasi tentativo di segretezza fuori dalla finestra. Fa parte del motivo per cui non riesco a entrare nel Classic WoW. Tutti questi boss sono stati individuati 15 anni prima, e in un momento in cui l’MMO di Blizzard era una forza culturale più potente di quella di quanto non sia ora.

Vedo un certo appello per i giocatori che erano troppo giovani per i primi di World of Warcraft, ma non c’è sorpresa, non c’è bisogno di sperimentazione, e per me, almeno, l’intera attività si lascia alle spalle uno sgradevole retrogusto di rievocazione storica.

Sarò per sempre grato di aver fatto parte della storia reale.